PICCOLO FESTIVAL DI SCIOLZE

A Sciolze (TO) dal 31/12/2030 al 31/12/2030

ATTENZIONE: LA MANIFESTAZIONE SI E' SVOLTA IN PASSATO ED E' STATA ATTINTA DAL NOSTRO ARCHIVIO STORICO. SE AVETE AGGIORNAMENTI SULL'EVENTO SEGNALATELO A: info@manifestazionitalia.it

Il COMUNE DI SCIOLZE
in collaborazione con
l'associazione culturale
TAMBURI DIGITALI
** PRESENTA **

Piccolo Festival di Sciolze
Fuori dalla citt�
Seconda edizione

Rassegna cinematografica
“ORMAI IN CAMPAGNA”
a cura di Luca Toselli

Sciolze, 10, 11, 12 giugno 2011, ore 20.45
Sala comunale di Sciolze
Ingresso libero

Il Piccolo Festival di Sciolze "Fuori dalla citt� " è alla sua seconda edizione, ma conta gi� un’edizione speciale dello scorso autunno in occasione del meeting “Terra Madre” di Torino.
La formula che piace e convince è quella di rivedere film importanti insieme e discuterne dopo. Ognuno portando la sua idea, alla pari con gli altri. Chi conduce la serata, in realt� introduce e commenta il film solo da un punto di vista cinematografico per poi animare la discussione. Così la comunit� di Sciolze si ritrova e confronta, così chi arriva da fuori la conosce e si fa conoscere.

Quest’anno riprendiamo il tema dello scorso anno – desiderio di campagna, voglia di andare a vivere fuori citt� – ma facendo un passo avanti: vediamo, nel vero senso della parola, i film che narrano la vita di chi ha scelto di vivere “Ormai in campagna”.

Problematiche, competizioni, interessi diversi e contrastanti tra chi vive e chi sfrutta, rituali a tavola e non solo, grandi famiglie e grandi casali, le donne come anello “forte”, la famiglia che si ritrova.
Un Robert Redford regista con un film non troppo conosciuto, un grande Monicelli appena scomparso, ma che Steve Della Casa ci aiuter� a ricordare sia come amico sia come autore , un Tavernier dai toni leggeri e leggiadri.
Film grandi (Redford con “Milagro”), film popolari (Monicelli in “Speriamo che sia femmina”), film intimi e soavi (il Tavernier di “Una domenica in campagna”), gi� forse visti ma da rivedere insieme, così come avevamo promesso nella prima edizione.

Il tema è sempre “Fuori dalla citt� ”, alle porte della citt� , ma ormai definitivamente in campagna: un tema che riguarda in modo particolare il territorio di Sciolze e delle colline torinesi, ma anche tutta la provincia, senza contare i "cittadini" che vengono in campagna durante il fine settimana per "una boccata d'aria".
Viene rispettato quindi l’impegno preso l’anno scorso di “un appuntamento annuale in cui vengono rappresentate tutte le nuove tematiche legate al desiderio diffuso di una vita lontano dalla citt� , al rapporto di amore e repulsione verso la citt� , alle nuove convivenze tra chi vive "fuori dalla citt� " da sempre (agricoltori) e chi invece ha "traslocato" da poco (ex cittadini spesso ora pendolari per ragioni di lavoro con la citt� )”.

PROGRAMMA DELLE PROIEZIONI

- Venerdì 10 giugno, ore 20,45
Milagro di Robert Redford, con Christopher Walken, Melanie Griffith, Sonia Braga, (Usa 1988, 118’).
A Milagro, villaggio del Nuovo Messico, il cui nome significa “miracolo”, scoppia una piccola guerra dell'acqua per un campo di fagioli mettendo una comunit� di contadini contro un potente gruppo di imprenditori decisi a costruire un grande complesso residenziale. Secondo film da regista per Robert Redford, democratico e ambientalista, che attinge a piene mani dal realismo poetico tipico della commedia americana degli anni Quaranta.

- Sabato 11 giugno, ore 20,45
Speriamo che sia femmina di Mario Monicelli, con Catherine Deneuve, Stefania Sandrelli, Philippe Noiret (Italia 1986, 120’).
Declino di una famiglia del latifondo toscano che gestisce un'azienda agricola in cui lavorano soprattutto le donne. Grande film borghese, sapiente nel mescolare toni drammatici, umoristici e grotteschi. Splendida la galleria di ritratti femminili, in continua oscillazione tra leggerezza e gravit� . Scritto da Monicelli con Suso Cecchi D'Amico e Tullio Pinelli, ed ispirato alla storia vera di un gruppo di donne decise ad eliminare gli uomini dalla propria vita. Monicelli si conferma un grande direttore di attori.
Con la partecipazione di STEVE DELLA CASA, storico e critico cinematografico di “Torinosette” de LA STAMPA e di “Hollywood Party”di Radio RAI

- Domenica 12 giugno, ore 20,45
Una domenica in campagna di Bertrand Tavernier con Loius Ducreux, Michel Aumont, Sabine Azéma (Francia 1984, 90’).
La tranquilla domenica in campagna di una famiglia parigina ai primi del Novecento. Al centro del racconto un anziano pittore che riceve nella sua casa di campagna i due figli. Un film di grande eleganza dove l’immagine splende e i colori ricordano le tavolozze degli impressionisti. Opera di tenere ombre e luci discrete, di fremiti, sorrisi, racconti famigliari, nel solco di quel cinema francese intimista che coglie i brividi sotterranei della realt� quotidiana e li paragona a una natura autunnale fasciata di malinconia.

Considerazioni da parte del pubblico animate da Luca Toselli (docente di Cinema e Televisione all'Universit� di Como)

Locandina ufficiale: SCARICA PDF

I dati qui riportati sono da intendersi a solo titolo indicativo.
http://www.manifestazionipiemonte.it declina ogni responsabilità in caso di informazioni errate, mancanti o incomplete, e consiglia di in ogni caso di rivolgersi sempre agli indirizzi riportati nelle singole segnalazioni.



Previsioni meteo a Sciolze